Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e resterai sempre aggiornato sugli sviluppi del concorso:

Isciriviti alla Newsletter Storie di Guarigione 2013

»» OK, MI ISCRIVO! ««

Il Forum

Per i partecipanti a Storie di Guarigione abbiamo creato un forum in cui poter discutere e approfondire il tema della scrittura.

»» VAI AL FORUM ««

eBook Gratuito

Storie di Guarigione è lieta di presentare l’edizione gratuita digitale del libro:

«COSTRUIRE I LIBRI GIOCO» di Andrea Angiolino

«Costruire i Libri-Gioco» di Andrea Angiolino

»» VAI ALL’EBOOK… ««

«Storie di Malattia Storie di Guarigione» Biella 4/12/2013 - Pieghevole PDFBiella, Mercoledì 4 Dicembre 2013: Convegno “Storie di malattia, Storie di guarigione: Le narrazioni autobiografiche come testimonianza e come stimolo formativo”

Accreditamento ECM Regione Piemonte per i professionisti sanitari. Richiesto l’accreditamento dell’iniziativa per Assistenti Sociali. Sessione mattutina aperta anche a cittadinanza e studenti.

Nella vita della maggioranza delle persone momenti di estrema crisi non sono evitabili e rappresentano, per chi li vive, vere e proprie “catastrofi”: i lutti, la disgregazione dei nuclei familiari, i traumi (come gli abusi infantili o le violenze domestiche), a volte anche la disoccupazione, possono essere “comuni esperienze catastrofiche”, che modificano profondamente il corso della nostra esistenza.

Tra queste esperienze “catastrofiche” e profondamente segnanti, rientrano sicuramente molte patologie gravi (patologie neoplastiche, patologie degenerative, ma anche patologie schizofreniche) che, fino a pochi decenni orsono, venivano considerate irrimediabili, in quanto determinavano una morte prematura o una morte sociale (come l’internamento in manicomio).

Negli ultimi decenni l’atteggiamento nei confronti di queste patologie è cambiato. Questo cambiamento non può essere ricondotto unicamente ai progressi della medicina. Grazie alle testimonianze degli “esperti per esperienza diretta” sono stati messi in evidenza molti “fattori soggettivi” che favoriscono il miglioramento e la guarigione: di volta in volta, questi fattori hanno preso il nome di resilienza, di aspettative favorevoli, di valore della spiritualità, di speranza (religiosa o laica).

È stato possibile identificare, e poi valutare, questi fattori prognostici positivi soprattutto grazie alle testimonianze
autobiografiche di coloro che hanno superato queste (ed altre) “catastrofi”. Le narrazioni autobiografiche sono, quindi, considerate uno strumento essenziale sia sul piano personale (per restituire valore e significato anche alle fasi più buie e dolorose) sia sul piano collettivo (per consentire — ai familiari e agli operatori sanitari e sociali — una più profonda conoscenza e comprensione dei fattori in gioco e per rimodulare le proprie strategie di supporto).

Il convegno si propone di diffondere la cultura della narrazione autobiografica nelle malattie gravi, come strumento
essenziale per far fronte ai diversi possibili eventi che mettono a dura prova la vita delle persone.

»»» SCARICA IL PIEGHEVOLE (PDF) «««